lunedì 5 marzo 2007

Allarme Checkmessenger.net

Si sa, le bufale di internet sono per lo più endemiche: compaiono, fanno quanti più danni riescono a fare, e poi lentamente si dissolvono, ma non scompaiono mica! Rimangono lì latenti fino a quando, passati pochi anni o addirittura pochi mesi, si ripresentano (tali quali o leggermente modificati) a danno dei navigatori meno corazzati, vuoi per ignoranza, vuoi per mancanza di esperienza.

E' questo il caso di Checkmessenger.net, un servizio gratuito che propone di farvi sapere quali contatti msn vi hanno bloccato. Ora, se io andassi a proporre questo a una persona non eccessivamente dabbene, dicendo "Mi daresti il tuo user e la tua password di msn così ti dico chi ti ha bloccato?", dubito di avere molto successo. In vece, è sufficiente un'interfaccia carina, con stili estremamente “messengerosi”, perchè ci caschi un gran numero di navigatori.

Cosa fa dunque questo sito? Chiede username e password, per poi iniziare a inviare spam a tutti i contatti msn. E probabilmente fa anche qualcos'altro, tenendo conto che dispone, almeno fino a che uno non la cambia, del nome utente e della password. Ebbene, a questo punto è sconcertante il commento di molti utenti gabbati: "E alla fine non funziona nemmeno, non dice neanche chi ti ha bloccato". Come se il furto d'identità virtuale, l'appropriazione degli indirizzi dei propri amici e conoscenti al fine di inviare loro messaggi certamente non desiderati, fosse un prezzo giusto da corrispondere in caso il servizio funzionasse davvero...

Andando oltre il mero problema informatico, ci si potrebbe chiedere perchè funzionano così bene queste truffe: è semplice, perchè vanno ad allettare le parti meno nobili dell'animo umano. La maggior parte ha a che fare con questioni economiche (vedi le sedicenti email dalla Nigeria, dal Congo, dal Sudamerica per portare via dei soldi da un conto morto... alcune delle quali sono delle opere letterarie veramente ammirevoli!), ma questa di Checkmessenger è più sottile, perchè fa leva sulla socialità a volte malata dell'homo sapiens sapiens: che piacere o interesse ci può essere nello scoprire chi ci ha bloccati su msn!

Come, non lo vedete? Quale orgasmo la prossima volta che incontreremo quell’amico di vecchia data, e sorridendo potremo dirgli "Deh! Ma ho scoperto che mi hai bloccato su messenger! Ecco perchè mi eri sparito!" quale tripudio e quale gioia immensa nel vedere la sua faccia per un attimo scomporsi, per poi iniziare un'ardua arrampicata su specchi...

Suvvia, non siamo sempre così morbosi, bloccarsi su msn è un sacrosanto diritto. Ed è altrettanto giusto che questi blocchi rimangano nella sfera della privacy.
Se tutti la pensassero così, Checkmessenger.net non avrebbe vita così facile.

Tommaso Bertolotti

1 commento:

M.R. ha detto...

hai perfettamente ragione. L'ho usato anch'io purtroppo.